Vini buoni d'Italia

3

Vini Buoni d'Italia
Ispirata alla tradizione enologica italiana e volta a valorizzare le radici locali, il territorio e la tipicità, Vinibuoni d'Italia dà un segnale preciso ai consumatori e al mercato italiano ed estero, sul made in Italy del vino. La guida è unica, nel panorama italiano e internazionale perchè è la sola dedicata ai vini da vitigni autoctoni, cioè a quei vini prodotti al 100% da vitigni che sono presenti nella Penisola da oltre 300 anni. Vinibuoni d'Italia si basa su un processo di selezione eccezionale per impegno e per trasparenza. Infatti collaborano oltre 80 degustatori riuniti in 21 commissioni di lavoro che operano nella loro regione di competenza. La finale per l'assegnazione dei massimi riconoscimenti, ovvero la Corona e la Golden Star, viene fatta pubblicamente ed è aperta - caso unico in Italia - alla partecipazione dei media.


Vini Buoni d'Italia 2014
Friulano  Pinot bianco  Sauvignon  Verduzzo  Picolit  Merlot Cabernet S. Refosco  Tazzelenghe  Schioppettino 
                   

Vini Buoni d'Italia 2013
Friulano  Pinot bianco  Sauvignon  Verduzzo  Picolit  Merlot Cabernet S. Refosco  Tazzelenghe  Schioppettino 
stella blustella blustella blustella blucorona             stella blustella blustella blu stella blustella blustella blustella blu stella blustella blustella blu

Vini Buoni d'Italia 2012
Friulano  Pinot bianco  Sauvignon  Verduzzo  Picolit  Merlot Cabernet S. Refosco  Tazzelenghe  Schioppettino 
stella blustella blustella blu       stella blustella blustella blustella blu     stella blustella blustella blustella blu stella blustella blustella blustella blustella veronelli stella blustella blustella blu

Vini Buoni d'Italia 2011
Friulano  Pinot bianco  Sauvignon  Verduzzo  Picolit  Merlot Cabernet S. Refosco  Tazzelenghe  Schioppettino 
        stella blustella blustella blustella blu     stella blustella blustella blustella blu stella blustella blustella blustella blu stella blustella blustella blustella blucorona

 


  grappolo giallo

“La mia idea è sempre stata che quando sei giovane ti piacciono i vini dolci; poi diventi sofisticato e bevi i bianchi secchi; poi diventi un esperto conoscitore e bevi i rossi decisi; e poi invecchi e bevi di nuovo vini dolci”

(Sally Jessy Raphael)